Il Messaggero Umbria, “L’agricoltura può essere autosufficiente ”

Data: 
Giov, 29/12/2011

Todi - Un'azienda agricola autosufficiente da punto di vista energetico, è questo il nuovo tipo d'azienda sorgerà a Todi, nei 55 ettari che la Genera di Narni ha appositamente acquistato. Lì verranno posizionate tutte le apparecchiature che l'azienda narnese ha realizzato in questi anni. E così, nascosti nel verde senza impatti, verranno montate serre biologiche con tetti di pannelli fotovoltaici. Gli scarti agricoli saranno indirizzati verso il sistema biobox, una macchina che si incaricherà di trasformare tutto in energia elettrica. E per sfruttare il vento di tramontana ecco pronta qualche pala di minieolico. Questa è la strada per mantenere in equilibrio le aziende agricole - aveva affermato Albano Agabiti, il presidente regionale della Coldiretti alla inaugurazione del biobox di Genera - dare anche una spinta economica a chi si vuole interessare d'agricoltura, che sta diventando mestiere complicato, è sempre bene accetto. L'obiettivo è duplice: da una parte incentivare la sostenibilità, creando una filiera agricola ed energetica in grado di valorizzare il territorio e generare occupazione nel pieno rispetto dell'ambiente - spiega Enrico Giovannini, presidente di Genera Spa - dall'altra cercando di trasformare un settore in difficoltà, quale quello dell'agricoltura, in realtà autonome energeticamente e con potenziali nuovi sviluppi da un punto di vista energetico. Il progetto si chiama, e non a caso Farm, Full Agricultural Renewable Model, proprio a significare l'integrazione di una serie d'energie verso l'autosufficienza.

AllegatoDimensione
il messaggero- Umbria.pdf221.42 KB