Panorama Economy - N.14 - 8 marzo 2012, "L'energia viene dai campi"

Data: 
Giov, 22/03/2012

Una perfetta integrazione tra agricoltura ed energie rinnovabili, per fare in modo che nulla dei materiali di scarto delle produzioni dei campi vada sprecato, ma anzi possa essere riutilizzato per produrre elettricità e calore. È una delle idee più innovative lanciate dalla Genera, di Narni in provincia di Terni. È un progetto integrato» spiega a Panorama Economy Enrico Giovannini , presidente e amministratore delegato di Genera, che attraverso delle caldaie ad hoc crea un ciclo virtuoso utilizzando per produrre corrente elettrica ed energia termica tutti i prodotti di scarto delle lavorazioni agricole: dai rami della potatura al sottobosco, dalle vinacce fino ai pioppi che si trovano in zone marginali di terreno non idonee alla coltivazione. Il prodotto ha un nome, Farm, che, se in inglese significa fattoria, Genera ha trasformato in un acronimo che sta per Full agricultural renewable model. Il principio tecnologico su cui si basano queste caldaie fa riferimento a un altro prodotto che Genera commercializza e che utilizza appunto biomasse. Si tratta delle nostre Bio Box precisa Giovannini cioè caldaie che bruciano cippato, ossia legno e scarti forestali, producendo dei fumi caldi che a loro volta alimentano una turbina che produce corrente elettrica. Oltre a operare su tutto il territorio nazionale, la società da tempo ha allargato l'attività sui mercati esteri. Siamo impegnati tra l'altro in Romania, Abu Dhabi, Svezia, Lettonia e Marocco. Inoltre, attualmente conclude il presidente di Genera stiamo progettando tre impianti in Cina per un cliente europeo, per il quale ci stiamo occupando a tutto tondo della parte ingegneristica.

AllegatoDimensione
panorama economy.pdf484.03 KB